Emofilia, convegno sulle nuove cure a misura di paziente

PESCARA. Emofilia e nuove terapie a misura di paziente. Dalle cure col fattore VIII, farmaco attivo nella coagulazione del sangue dei pazienti affetti dalla malattia ereditaria, alla presentazione del “Protocollo Start”, studio innovativo sulla farmacocinetica che modula il dosaggio delle infusioni nell’ambito della profilassi antiemorragica.

Il “Protocollo Start” è uno studio sperimentale, primo a Pescara a livello europeo, che stanno mettendo a punto il Centro emofilia e malattie rare del sangue e il Centro trasfusionale dell’ospedale, rispettivamente diretti da Alfredo Dragani e Patrizia Accorsi in collaborazione con la farmaceutica Bioviiix .

  • Visite: 38

Emofilia: Pescara prima città europea ad avviare Protocollo Start

Sarà Pescara la prima città, in anteprima europea, ad avviare il Protocollo START: uno studio innovativo sulla farmacocinetica e sulla cura per gli inibitori del fattore ottavo in emofilia.

L’argomento sarà approfondito domani, 7 aprile 2018, all’Aurum in sala Tosti, a partire dalle 9.30, nel corso dell’incontro “Novità nella Terapia dell’Emofilia, Studio degli Inibitori e della Farmacocinetica nel paziente emofilico”, organizzato dall’Associazione A.Ma.R.E. Onlus (Associazione malattie rare ematologiche), in collaborazione con il Centro Emofilia e malattie rare del sangue e il Centro trasfusionale di Pescara.

  • Visite: 27

Emofilia, in Abruzzo nasce il progetto 'A.Ma.R.E. per conoscere NEMO'

Pescara - La favola del pesciolino pagliaccio con la pinna atrofica, che scopre il mondo fuggendo dal papà protettivo, ha dato l’ispirazione ad A.Ma.R.E. Onlus per lanciare il nuovo progetto acquatico dedicato alle persone con emofilia. L’associazione, attiva in Abruzzo nell’ambito delle malattie rare, ha lanciato un corso di sub, totalmente gratuito, rivolto ai pazienti ragazzi e adulti affetti da questa rara malattia genetica e ai loro familiari.

  • Visite: 38

Nuovi specialisti al Centro di Pescara delle malattie rare

08 ottobre 2017 - PESCARA. Da oggi, gli oltre duemila pazienti che si rivolgono al Centro malattie rare di Pescara, diretto dal dottor Alfredo Dragani, potranno avvalersi di un team accresciuto di specialisti e di uno sportello psicologico a loro dedicato.

  • Visite: 45

Pagina 3 di 4