Auto infusione - L'Abruzzo fanalino di coda dell'Italia

Ancora oggi dopo anni dalla sua presentazione alla Regione e alla ASR, della legge sull'auto infusione rimangono solo parole e promesse.

Ferma oramai dal lontano 2011 e riproposta nel 2017 a tutt'oggi è ferma sulla scrivania del Dott. Mascitelli.

Con tutte le problematiche che si hanno nel dipartimento di Ematologia e Malattie Rare di Pescara, dove ogni giorno si effettuano dalle ottanta alle novanta visite, i malati che per esigenza terapeutica si devono infondere medicinali salvavita devono attendere tempi biblici per 5 minuti di infusione.

Un controsenso se si pensa che questa legge risolverebbe il problema di non intasare il reparto e quindi dare spazio ad altro.

Dopo diversi solleciti sia all'Assessore Paolucci e al Dott. Mascitelli ancora rimane tutto in sospeso, nonostante che per la Regione Abruzzo l'attuazione della legge e la sua messa in opera è a costo zero.

Non ci resta che aspettare le nuove elezioni per vedere se qualcuno si degna di far approvare una legge utile e necessaria che vede l'Abruzzo sempre ultima.

Angelo Lupi

Presidente Amare Onlus

  • Visite: 44