Cosa si è discusso nel board multidisciplinare per le malattie emorragiche congenite?

board multidisciplinare

Si è svolto il 23 maggio 2022 presso il Phi Hotel Alcione di Francavilla il primo board multidisciplinare sulle malattie emorragiche congenite ed in particolare sul “Percorso multidisciplinare del paziente emofilico nel centro di Chieti”.

L’evento ha visto la presenza dei più importanti Professionisti nelle malattie rare ematologiche del Policlinico di Chieti.

Un confronto aperto e una discussione sul prossimo PDTA di presa in carico del paziente emofilico.

Evento fortemente voluto ed organizzato dalla Dott.ssa Patrizia Di Gregorio con il contributo incondizionato di SOBI e la presenza dell’Associazione A.MA.R.E. con il suo Presidente Angelo Lupi.

Il board composto dal Prof. Francesco Chiarelli, Dott.ssa Antonietta Cifaratti, Dott. Francesco De Vita, Dott.ssa Maria Luisa Di Cocco, Dott.ssa Tiziana Di Corcia, Dott. Gianni Di Girolamo, Dott.ssa Maria Bernadette Di Sciascio, Prof. Felice Mucilli, Dott.ssa Alessia Orfanelli, Dott. Andrea Pantalone, Prof. Liborio Stuppia, Dott. Emmanuele Tafuri, Dott. Alberto Catalano, Dott. Raniero Malizia e la Dott.ssa Patrizia Di Gregorio ha discusso e proposto miglioramenti sulla gestione del paziente affetto da malattie emorragiche congenite, su come riconoscerle, come gestirle in situazione d'emergenza e su come migliorarne il benessere articolare.

Tra gli altri argomenti trattati si sono evidenziane criticità su:

  • aspetti assistenziali
  • problematiche sociali
  • sport per pazienti con emofilia e le linee guida per lo sport
  • riconoscere l’emofilico nel 2022
  • indicatori di outcome in emofilia
  • percorso articolare e target joint
  • dolore nell’emofilico
  • l’importanza della fisioterapia
  • gli inibitori problema e gestione
  • problemi odontoiatrici.

Inoltre, si sono toccati temi come:

  • la problematica diffusa nell’individuare l’emofila acquisita (riconoscerla e identificarla, in molti casi si scopre facendo cure dentarie o in emergenza)
  • tempistiche in pronto soccorso e la necessità dell’immediata somministrazione nel più breve tempo possibile del fattore mancante nell'emofilico
  • scheda personale del centro emofilia (fascicolo elettronico o altro?)
  • il paziente si può somministrare il farmaco portato da casa in pronto soccorso?
  • fans nell’emofilico
  • l’importanza della tessera di riconoscimento del paziente emofilico.

Sicuramente argomenti difficili ma che vedono l’interesse di tutti i partecipanti al tavolo, con l’auspicio e una promessa di miglioramento del servizio e gestione del paziente con malattie emorragiche congenite.

 

  • Visite: 151